Bitcoin di nuovo in area 30.000 usd nonostante le critiche della Bce

 

In perfetta sintonia con i Tech statunitensi, ha completato la settima settimana negativa di seguito con una perdita del 3,5%.

 

La Bce è tornata ad affrontare criticamente il mondo delle criptovalute, invocando a una regolamentazione del settore per difendere i risparmiatori dal rischio di speculazione.


Il presidente della Banca Centrale, Christine Lagarde, ha detto in un’intervista a una rete televisiva olandese che i crypto asset “non valgono nulla, sono basati sul nulla, non c’è alcun asset sottostante che funga da ancora di sicurezza”.


Al contrario “quando avremo una valuta digitale di banca centrale, un Euro digitale, garantisco che sarà molto diverso”. 


Il timore, ha spiegato, è per la sicurezza dei risparmiatori “che non hanno alcuna comprensione dei rischi, che rischiano di perdere tutto, ecco perché credo che dovrebbero essere regolamentati”. 


BTCUSD

 

Da inizio anno Bitcoin ha perso il -35% circa. La settimana è iniziata all’insegna di moderati rialzi. Il bilancio è infatti del +0.6% al momento della scrittura.

 

 


Graficamente, la criptovaluta ha trovato un ostacolo nella resistenza settimanale del Target Geometry, compresa fra 30.291 e 30.543.

 

Da questi livelli, il cambio di polarità della resistenza – sopra 30.543 – suggerirebbe un possibile allungo in direzione del livell 4 a 31.611.

 

In direzione opposta, la rottura al ribasso del supporto settimanale, compreso fra 29.475 e 29.233 metterebbe in discussione la sostenibilità del recupero di breve.