Un sostenitore di TerraUSD afferma che compenserà alcuni utenti. Bitcoin torna al di sotto dei $ 30.000. Avalanche una delle altcoin più colpite.

 

Un affiliato della società ha dichiarato lunedì di aver speso la maggior parte delle sue riserve cercando di difendere l’ancoraggio di UST al dollaro la scorsa settimana e che avrebbe utilizzato il resto per cercare di compensare alcuni utenti che avevano perso.

Il crollo del token la scorsa settimana ha fatto crollare anche le altre criptovalute, uno scenario che è ripreso oggi, con Bitcoin che ha reso i guadagni ottenuti durante il fine settimana

La più grande criptovaluta del mondo è scesa del 5% a circa $ 29.700 durante le negoziazioni asiatiche, scivolando insieme alle azioni a causa delle preoccupazioni per l’inflazione elevata e l’aumento dei tassi di interesse. Sui minimi è stata raggiunta area $ 29.500.

Finora questo mese il Bitcoin ha perso circa un quinto del suo valore, poiché lo spettacolare crollo di TerraUSD, che dovrebbe essere ancorato 1:1 al dollaro ma attualmente scambiato a circa 14 centesimi, ha agitato i mercati delle criptovalute.

Luna Foundation Guard (LFG), un’organizzazione no profit con sede a Singapore progettata per difendere TerraUSD, ha dichiarato lunedì su Twitter che utilizzerà le sue risorse rimanenti per compensare gli utenti rimanenti della cosiddetta stablecoin, a cominciare dai detentori più piccoli, sebbene debba ancora decidere il metodo migliore per farlo.

L’organizzazione aveva accumulato una grande riserva che includeva oltre 80.000 bitcoin e milioni di dollari di altre stablecoin per supportare TerraUSD, la maggior parte della quale avrebbe speso cercando di sostenere il token la scorsa settimana.

Inizialmente LFG si era impegnata a raccogliere una riserva di $ 10 miliardi in bitcoin. La riserva era poi scesa a 313 Bitcoin.

I REGOLATORI TENGONO D’OCCHIO LE CRYPTO

L’incidente ha attirato particolare attenzione, anche da parte delle autorità di regolamentazione finanziaria, sulle stablecoin e sul ruolo che svolgono nel sistema crittografico come mezzo principale per spostare denaro tra criptovalute o per convertire i saldi in denaro fiat.

Il governatore della Banca di Francia Francois Villeroy de Galhau ha dichiarato a una conferenza che le risorse crittografiche potrebbero sconvolgere il sistema finanziario internazionale se non fossero regolamentate e rese interoperabili in modo coerente e appropriato tra le giurisdizioni.

Ha indicato le stablecoin tra le fonti di rischio.

Parlando separatamente, anche Fabio Panetta, membro del consiglio di amministrazione della Banca centrale europea, ha affermato che le stablecoin sono vulnerabili agli attacchi speculativi.

Tether, la stablecoin più grande del mondo, ha perso brevemente il suo ancoraggio al dollaro il 12 maggio, prima di riprendersi. A differenza di TerraUSD, Tether è supportato da riserve in asset tradizionali, secondo la sua società operativa.

Lo stesso giorno, bitcoin è sceso fino a $ 25.400, il livello più basso da dicembre 2020, ma domenica è risalito fino a $ 31.400.

Ether, la seconda criptovaluta più grande, lunedì è scesa del 5,6% a circa $ 2.000.

Anche altrove, le autorità di regolamentazione sono interessate. La scorsa settimana la Federal Reserve statunitense ha avvertito che le stablecoin sono vulnerabili agli assalti degli speculatori perché sostenute da asset che potrebbero perdere valore o diventare illiquidi in periodi di stress del mercato.

AVALANCHE

Oggi Avalanche (AVAX) è crollata poiché i trader temevano che la Luna Foundation Guard (LFG) potesse scaricare le sue partecipazioni nel token per risarcire una parte dei clienti coinvolti nel crack. La perdita da inizio mese è del 46%. Oggi il token perde il 10% circa, in lieve recupero dai minimi. 

 

Graficamente, dopo aver reagito al ribasso dalla resistenza mensile del Target Geometry, compreso fra 68.71 e 64.66, AVAX ha violato il supporto (51.54/47.49) è ha proseguito fino a oltrepassare il livello 4 della zona short mensile a 30.31.

Il rimbalzo intraday dai minimi ha riportato le quotazioni sopra il riferimento. Da questi livelli, un cedimento dell’area compresa fra 30.31 e 22.76 (livello 5 short) suggerirebbe ulteriori perdite in direzione del livello 8 a 6.58, interessante supporto se raggiunto.

 

In direzione opposta, in caso di tenuta dell’area compresa fra i livelli 4 e 5, potremmo assistere a un pull-back del supporto mensile violato, area 47.49/51.54. Sarebbe poi un ritorno stabile al di sopra, e quindi l’invalidazione dell’area short mensile, a suggerire una continuazione del recupero verso quota 64.66/68.71.